Studio Fisioterapico/Fisioterapia/Fisioterapista Ruben Tola - Borgofranco d'Ivrea

Vai ai contenuti

Menu principale:

Tecarterapia

La TECARTERAPIA consiste nella somministrazione a scopo terapeutico di energia, sotto forma di correnti elettriche, mediante un elettromedicale chiamato TECAR. L'effetto della TECAR è quello di accelerare i fisiologici processi di rigenerazione e auto-guarigione dei tessuti del corpo; per questo si rivela molto utile dopo un trauma (contusione, striramento, distorsione) o nelle patologie di natura infiammatoria (epicondilite, pubalgia, borsiti...)

Funzionamento della Tecarterapia e suoi benefici


L’efficacia della Tecarterapia si basa sulla possibilità di trasferire energia biocompatibile ai tessuti lesi, inducendo all’interno le cosiddette correnti di spostamento. L'effetto delle correnti di spostamento è il ripristino della fisiologia tissutale mediante l’ipertermia (incremento della temperatura interna) profonda e l’innalzamento del potenziale energetico delle cellule dei tessuti trattati, e una forte stimolazione del microcircolo linfatico e sanguigno.

Tutta la fase operativa del trattamento viene eseguita manualmente quasi come un massaggio; non servono strumentazioni automatiche di controllo o misuratori elettronici in quanto si tratta di una terapia fisica naturale.

La TECAR riduce i tempi di trattamento con risultati quasi immediati e stabili, perché è basata sulla stimolazione e il rafforzamento delle capacità riparative dei tessuti.
Grazie alla flessibilità della Tecarterapia, è possibile ripetere più sedute nella stessa giornata o prolungare la stessa seduta nei casi in cui sia necessario ottenere risultati ancora più rapidi, come per esempio negli sportivi agonisti.

La Tecarterapia risulta inoltre altamente efficace nella cura della cellulite, poiché aumenta la velocità del flusso ematico, generando una necessità locale di ossigeno che favorisce l'attività del metabolismo: ciò avviene poiché la temperatura all'interno dei tessuti viene aumentata, riattivando così il metabolismo dei grassi e restituendo fluidità al liquido in cui sono immerse le cellule. Ripristinato il corretto metabolismo, per il corpo è più facile combattere la formazione della cellulite.

Indicazioni

* Patologie dolorose infiammatorie, osteoarticolari e muscolari quali rizoartrosi, epicondilite ed epitrocleite, Sindrome del tunnel carpale, Sindrome da conflitto sub-acromiale, fascite plantare, metatarsalgia, cervicalgia, cervicobrachialgia, lombalgia e lombosciatalgia.
* Lesioni traumatiche acute o postumi di fratture.
* Medicina estetica (cellulite).

Alcune precauzioni vanno prese nei soggetti portatori di pacemaker, nelle persone insensibili alla temperatura e nelle donne in gravidanza.


GUARDA ALCUNI VIDEO (clicca sulle immagini)

Torna ai contenuti | Torna al menu